+ 86 (1360) 2568149 info@phcoker.com

Meclofenoxate (Centrophenoxine) (51-68-3)

Il meclofenoxate (Centrophenoxine), venduto con il marchio Lucidril, è uno dei primi e più studiati ...


Status: In produzione di massa
Unità: 25kg / batteria

Descrizione

Polvere di meclofenoxate (Centrophenoxine) Specifications

nome del prodotto Meclofenoxate (Centrophenoxine) (51-68-3)
Nome chimico Clophenoxate;
Meclophenoxate;
Clofenoxin;
Proseryl;
2- (dimetilammino) etil 2- (4-clorofenossi) acetato
Brand Name Nessun evento: ne conosci uno da aggiungere?
Classe di droga Agenti antiallergici, agenti antineoplastici, età antiparassitaria
Numero CAS 51-68-3
InChIKey XZTYGFHCIAKPGJ-UHFFFAOYSA-N
Molecolare Formula C12H16ClNO3
Molecolare Wotto X
Massa monoisotopica X
Punto di ebollizione 345.941 ° C a 760 mmHg
Freezing Point Nessun evento: ne conosci uno da aggiungere?
Half-Life biologico 2-4 ore
Colore bianca
Solubility Idrosolubilità: 2.9 mg / mL
Sessa in riserva Temperature -20 ° C
APPLICAZIONE La polvere di centrofenoxina è stata utilizzata nei farmaci nootropi e negli integratori alimentari.

Panoramica del meclofenoxate (Centrophenoxine)

Il meclofenoxate (Centrophenoxine), venduto con il marchio Lucidril, è uno dei primi e più studiati nootropi o cosiddetti farmaci "intelligenti". È un nootropico noto e rispettato che si è dimostrato efficace per oltre cinque decenni e rigorosi test clinici.

Sviluppato originariamente nel 1959 dagli scienziati del Centro nazionale di ricerca scientifica francese come trattamento per la malattia di Alzheimer, insufficiente flusso sanguigno al cervello, decline e declino cognitivo correlato all'età, questo farmaco è stato ampiamente utilizzato per il trattamento di disturbi cerebrali legati all'età, come come l'Alzheimer e la demenza. È anche usato da persone sane per migliorare la memoria e la funzione cognitiva e migliorare la salute generale del cervello.

La ricerca ha dimostrato che la polvere di centrofenoxina è un potente potenziatore della memoria e un agente anti-invecchiamento.

In Europa, è prescritto per il trattamento della perdita di memoria legata all'età, ma è disponibile da banco come integratore alimentare negli Stati Uniti e in Canada, dove viene più frequentemente utilizzato per le sue proprietà cognitive.

Che cos'è il meclofenoxate (Centrophenoxine)?

La centrofenoxina è stata utilizzata come integratore alimentare per le sue potenziali capacità di potenziamento della memoria.

La centrofenoxina è una combinazione di due sostanze chimiche:

Dimetil-aminoetanolo (DMAE), che è una sostanza naturale presente in alcuni alimenti (pesce, frutti di mare) e in piccole quantità nel cervello. È una fonte di colina e ha effetti stimolanti per il cervello.

Acido paraclorofenossiacetico (pCPA), una versione sintetica degli ormoni della crescita delle piante chiamati "auxine".

DMAE è il principale componente attivo di questo farmaco. DMAE non attraversa bene la barriera emato-encefalica. Tuttavia, all'interno della centrofenoxina, può passare attraverso la barriera emato-encefalica ed entrare efficacemente nel cervello

Una volta assorbito nel corpo, una porzione di centrofenoxina si scompone in DMAE e pCPA nel fegato. Il DMAE viene quindi convertito in colina, mentre la restante centrofenoxina circola in tutto il corpo.

Benefici del meclofenoxate (Centrophenoxine)

La centrofenoxina può aiutare a combattere il cancro.

La centrofenoxina può aiutare i sintomi della discinesia tardiva.

La centrofenoxina migliora la memoria e l'apprendimento, può migliorare la memoria nei pazienti con demenza.

La centrofenoxina ha dimostrato di migliorare la formazione, la conservazione e il recupero dei ricordi. La formazione della memoria migliora quando abbiamo livelli più alti di acetilcolina. Dato che la centrofenoxina migliora varie attività colinergiche, una delle sostanze che viene prodotta è la colina, tra l'altro diversi fosfolipidi

Funzioni cognitive migliorate

La centrofenoxina può essere utilizzata come profarmaco DMAE e questo è molto importante, poiché questa molecola è abbastanza efficace nel ridurre l'accumulo di altre molecole dannose nel cervello che potrebbero causare una drastica riduzione delle funzioni cognitive. Rimuovendo queste molecole, le persone anziane possono rallentare il loro invecchiamento e invertire alcuni effetti collaterali della vecchiaia.

La centrofenoxina ha proprietà antinvecchiamento e neuroprotettive

È stato dimostrato che la centrofenoxina aumenta la durata della vita dei ratti fino al 50%.

La centrofenoxina migliora l'umore e la motivazione, può aiutare ad alleviare l'ansia.

Studi sugli animali suggeriscono che la centrofenoxina ha un effetto misurabile anti-ansia

Meclofenoxate (Centrophenoxine) metabolismo

La centrofenoxina agisce principalmente fornendo e potenziando le azioni della colina. La colina è il precursore dell'acetilcolina, un neurotrasmettitore essenziale e illimitato che è fortemente associato all'acuità cognitiva, alla plasticità e alla memoria. Non è chiaro come esattamente la centrofenoxina aumenti i livelli di colina e acetilcolina, ma si pensa che o si decomponga naturalmente in colina o si converta in un fosfolipide intermedio che viene quindi utilizzato per produrre acetilcolina. Indipendentemente dal percorso, è la capacità colinergica che rende la centrofenoxina un potente potentatore nootropico a sé stante.

Oltre alla sovraregolazione della produzione di acetilcolina, la centrofenoxina è anche nota per essere un potente neuro-energizzante che stimola l'attività cerebrale complessiva migliorando l'assorbimento del glucosio e aumentando l'assunzione di ossigeno. In questo modo, la centrofenoxina fa funzionare il cervello in modo più efficiente, migliorando la concentrazione, la concentrazione e la chiarezza dei pensieri, eliminando la cosiddetta nebbia del cervello. Come potente antiossidante, elimina i radicali liberi, elimina le tossine e partecipa alla riparazione delle cellule danneggiate. Infine, inverte l'invecchiamento cognitivo riducendo o addirittura eliminando l'accumulo di prodotti di scarto metabolico che sono considerati "pigmenti antiusura".

Meclofenoxate (Centrophenoxine) effetti collaterali e sicurezza.

La centrofenoxina è generalmente considerata sicura e non tossica. È stato usato per circa 50 anni senza che si notino effetti collaterali importanti.

Si dice che sia un farmaco tollerabile per la maggior parte degli adulti sani e per i senili che soffrono di perdita di memoria.

Tuttavia, alcuni utenti hanno manifestato effetti collaterali lievi e minori, inclusi nausea, mal di testa, problemi gastrointestinali e insonnia. ‍

La centrofenoxina non è consigliata per le donne in gravidanza a causa del contenuto di DMAE.

Meclofenoxate (Centrophenoxine) dosaggio in polvere

Centrophenoxine è disponibile al banco in capsule che contengono 200–300 mg ciascuna. Gli studi clinici che hanno testato gli effetti della centrofenoxina sulle funzioni cognitive hanno utilizzato dosi giornaliere di

1,200 mg negli anziani sani e dosi fino a 2,000 mg nei pazienti con demenza.

impilabile

La centrofenoxina è un'ottima fonte di colina, la puoi trovare in molte pile nootropiche - alcune delle più comuni sono Noopept e Racetams.

Pila di Centrophenoxine e Aniracetam

Ecco un esempio di una pila di centrofenoxina che include il popolare aniracetam racetam per aumentare la memoria, l'umore, la creatività, riducendo l'ansia.

1–2x al giorno

250 mg di centrofenoxina

750 mg di Aniracetam

Pila di Centrophenoxine e Noopept

Ecco un esempio di uno stack di centrofenoxina con Noopept, questo stack può migliorare la memoria e l'apprendimento, fornendo allo stesso tempo proprietà neuroprotettive.

1–2x al giorno

250 mg di centrofenoxina

20 mg Noopept

Riferimento:

  • Sul ruolo della fisica-chimica intracellulare nell'espressione genica quantitativa durante l'invecchiamento e l'effetto della centrofenoxina. Una recensione. Zs-Nagy I et al. Arch Gerontol Geriatr. (1989)
  • Farmaci colinergici per discinesia tardiva indotta da antipsicotici. Tammenmaa-Aho I, Asher R, Soares-Weiser K, Database di Bergman H. Cochrane Syst Rev.2018 19 XNUMX marzo
  • Attività citotossica degli agenti alchilanti in presenza di centrofenoxina e suoi prodotti di idrolisi. Sladek NE. J Pharmacol Exp Ther. 1977 dic
  • Potenziamento dell'attività antitumorale della ciclofosfamide da parte della centrofenoxina. Kanzawa F, Hoshi A, Tsuda S, Kuretani K. Gan. 1972 agosto
  • Centrofenoxina: effetti sull'invecchiamento del cervello dei mammiferi. Nandy K et al. J Am Geriatr Soc. (1978)
  • Gli effetti differenziali del meclofenoxate sulla perdita di memoria negli anziani. Marcer D et al. Invecchiamento (1977)

PRECAUZIONE ED ESCLUSIONE DI RESPONSABILITÀ:

Questo materiale è venduto esclusivamente a scopo di ricerca. Si applicano le condizioni di vendita. Non per consumo umano, né per uso medico, veterinario o domestico.


Video

Video Meclofenoxate (Centrophenoxine) (51-68-3)

COA

Riferimenti e citazioni di prodotto